IDEALE DI BELLEZZA

Come è cambiata nel corso degl'anni
Image module
Image module

Durante le varie epoche storiche, la bellezza ha subito vari cambiamenti in quanto a ideale. Mi hanno fatto molta impressione le foto delle concubine dell’ Harem dello Scia di Persia tra l 800 e il 900 che giravano recentemente su internet. Ebbene, al giorno d’oggi, quel tipo di bellezza sarebbe considerata mostruosità. La Arbus si sarebbe molto divertita a scattare le foto a tali “beltà”.

Image module

Durante tutto il Novecento, l ideale di bellezza femminile ha subito forti cambiamenti legati agli eventi storici del periodo di riferimento. L immagine di donna ideale non è mai stata la stessa. Ed è dopo l avvento della fotografia e del cinema, che si diffondeva a macchia di olio grazie alle icone di quel momento.
Negli anni venti va di moda la donna androgina.

Image module

Con l avvento della prima guerra mondiale, la figura femminile diventa più dinamica e mascolina, simboleggiando l uguaglianza e la parità tra i sessi.
Dagli anni trenta agli anni cinquanta si vede un ritorno alle forme, simbolo di opulenza e prosperità.

Image module

Gli anni sessanta e settanta vogliono il ritorno della donna magra.

Image module

Negli anni ottanta vediamo di nuovo un ritorno alle forme.
Gli anni novanta , come tutti oggi, proclamano nuovamente come mito la magrezza, alla quale vengono attribuiti valori come ambizione, potere, autoaffermazione sociale.

Image module

Questo canone porta l ossessione per il corpo. Apparire e più importante di essere. Ne consegue più superficialità e meno spirito di autoanalisi oggettiva.
Questi ideale di magrezza è altamente fuorviante e spesso quindi motivo di frustrazioni , depressioni e patologie mentali.
Quello che invece dovrebbe far riflettere, è che la bellezza ed il suo ideale non sono mai oggettive. Nelle epoche storiche è la società che lancia i modelli estetici di riferimento. Disperarsi perché non rientriamo nei canoni imposti non fa altro che toglierci autostima. Io credo che la bellezza sia assimilata all’ amore per sé stessi. Ogni donna dovrebbe amare ed accettare il proprio corpo cosi com’ è, con tante o poche forme, senza ossessioni e paura di non accettazione, focalizzandosi sulla sua unicità. Questo vuol dire prendersi cura di sé stesse in tutti i sensi . A livello estetico vuol dire porsi al meglio in quanto ad abbigliamento e aspetto fisico in genere.
Conoscere i propri punti forza e cercare di valorizzarsi al massimo che possiamo è un passo importante per l accettazione di noi stessi.
Il lavoro di CONSULENTE DI IMMAGINE si rifa’ a questi principi base. E la cosa meravigliosa è che ognuno di noi, difetti o non difetti, può essere bello. Basta conoscere le proprie proporzioni e ci possiamo valorizzare con qualsiasi tipo di forma. Non esiste donna che non si possa valorizzare. Tutte possono splendere. Basta avere gli strumenti e le conoscenze per farlo.
Cinzia Cipriani
Curatrice di Immagine

Ideale di Bellezza ultima modifica: 2017-06-10T08:31:59+00:00 da antonio